Due i percorsi formativi proposti: trasformazione agroalimentare e turismo per fornire alle aziende figure professionali di alto profilo

Si conosce da anni la necessità di colmare la distanza che separa
scuola e mondo del lavoro. Ieri però ecco sbocciare una realtà che non
solo ha pensato percorsi professionalizzanti veramente in sintonia con i
bisogni delle aziende e del territorio in cui ha sede, la Franciacorta, ma
ha immaginato e realizzato un progetto ben più ambizioso: portare il
mondo del lavoro direttamente nella scuola. È «Accademia
Symposium», una realtà appena inaugurata, ma che esiste da oltre due
anni: «Non ci piaceva inaugurare la scuola presentando quanto
avevamo intenzione di fare – ha chiarito il direttore Luca Nobili -.
Abbiamo così scelto di presentarci per dire cosa stiamo
facendo».L’Accademia Symposium, che ha sede nel convento francescano di Rodengo Saiano, propone due percorsi
fortemente richiesti e sostenuti dalle aziende del territorio: Trasformazione agroalimentare e Turismo. Il primo anno è di
orientamento: vengono cioè approcciate le diverse facce del lavoro che si svilupperà pienamente nei tre anni successivi
tra studi, stage, esperienze all’estero e apprendistato. Il quinto anno porta all’esame di Stato. OLTRE IL 60% dei
formatori è imprenditore o libero professionista, e questo fa sì che le parti teoriche siano fondate nella pratica quotidiana
del lavoro. La scuola propone anche due Its, istituto tecnico superiore, con corsi biennali di 2000 ore destinati a chi ha
già conseguito la maturità e ha meno di 29 anni. 1000 ore sono di stage in azienda, quindi altamente professionalizzanti:
il primo forma smart manager dell’enoturismo (realizzato con il sostegno del Consorzio Franciacorta), il secondo è
invece orientato ai processi agro-zootecnici.L’iniziativa ha convinto e raccolto adesioni e sostegni. Se per il ministro
provinciale dei Frati minori Enzo Maggioni «è bello vedere che questo convento, nato come realtà educativa, torna a
vivere secondo l’indirizzo originale», secondo la consigliera regionale Claudia Carzeri «l’Accademia è una realtà
d’eccellenza, per questo vogliamo investire sulle vostre capacità e non ci sottrarremo alle necessità». Nella bontà
dell’iniziativa hanno creduto anche in Fondazione Cariplo che «ha donato circa 500mila euro. Il progetto – ha spiegato la
rappresentante Valeria Negrini – soddisfa gli orientamenti della Fondazione anche per la sua capacità di costruire
ricchezza del territorio coinvolgendo le nuove generazioni». Per Lorenzo Ornaghi, infine, già ministro dei Beni culturali
collegato via audio, «l’importanza di questa scuola è che dialoga con le aziende, conosce il territorio e i suoi bisogni e
L’Accademia Symposium ha sede nel convento francescano di Rodengo Saiano

https://edicola.bresciaoggi.it/webplayer/aviator.php?newspaper=BSO&issue=20201018&edition=BRESCIAOGGI&issue_date=2020-10-18&startpage
cerca di rispondere a tali bisogni con un percorso di studi e professionalizzazione adeguato». © RIPRODUZIONE

CARZERI ACCADEMIA SYMPOSIUM BS OGGI 18.10 (1)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •