Accademia Symposium di Rodengo Saiano: “Qui costruiamo il futuro dell’agricoltura”

E’ una scuola nata per formare figure specializzate da inserire nel mondo del lavoro

di MILLA PRANDELLI

Rodengo Saiano (Brescia), 26 novembre 2019 –  Una scuola nuova, fatta per formare figure professionali altamente specializzate da inserire nel settore dell’agricoltura, dell’enoturismo e più in generale del vino. Accademia Symposium è nata due anni fa nel convento dei frati minori francescani di Rodengo Saiano da un’idea della fondazione Maddalena di Canossa: ente senza scopo di lucro fondato da un gruppo di genitori bergamaschi. “Si tratta – spiega il dirigente Luca Nobili – del secondo istituto che abbiamo aperto. Il primo si trova a Caravaggio in provincia di Bergamo e forma i giovani nel settore agricolo. L’idea con cui ci muoviamo è quella di proseguire l’offerta formativa che le madri Canossiane hanno svolto a Bergamo per 130 anni. Dal prossimo 30 novembre, oltre all’istituto superiore offriremo un corso postdiploma ITS di due anni coordinato dal professor Giacomo Finotto. Il corso, della durata di 2mila ore, qualificherà 20 persone. Il titolo che otterranno è quello di tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agro alimentari e dell’agro turismo. Non solo: i nostri ragazzi diventeranno degli smart manager dell’enoturismo e della gestione dei processi in viticoltura ed enologia. Terminato il corso biennale potranno accedere a dei corsi di laurea con dei crediti formativi o inserirsi nel mondo del lavoro»

Accademia Symposium e la fondazione Maddalena di Canossa hanno pensato anche al futuro dei loro studenti, dato che quest’anno hanno creato un ufficio che a Palazzolo eroga servizi e favorisce l’inserimento lavorativo. “Nei nostri corsi le ore di tirocinio sono fondamentali – continua il dirigente Nobili – basti pensare che dal primo anno delle superiori gli studenti trascorrono 200 ore in azienda. Collaboriamo attivamente con la Società Agricola il Colmetto di Rodengo Saiano, che si è resa disponibile a formare i ragazzi. Inoltre, tutti trascorreranno un mese in Irlanda all’Emerald Cultural Insitute, alloggiando in famiglia. I nostri diplomati potranno lavorare come casari, addetti alla lavorazione delle carni, addetto di agriturismo e cuoco territoriale, responsabile analisi e qualità delle uve, in reception o come accompagnatore enoturistico o organizzatore di evento Per quanto riguarda invece l’Its i ragazzi faranno due esperienze all’estero e otterranno anche la qualifica di assaggiatore Onav. Sia per la scuola superiore, sia per il corso postdiploma impieghiamo esperti del settore, come per esempio il giornalista enogastronomico Elio Ghisalberti, che sta accompagnando i ragazzi di prima e seconda alla conoscenza dei sapori e dei prodotti”.

Link Articolo: https://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/rodengo-saiano-agricoltura-1.4905928

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •