L’epidemia di Covid-19 e le sue drammatiche conseguenze hanno gettato nuova luce sull’importanza di mantenere catene di approvvigionamento alimentari resistenti.

Senza preoccupazioni per la scarsità di cibo, il settore agroalimentare dell’UE ha finora risposto in modo notevole alle sfide di portata storica.

Alcune filiere hanno però risentito in modo particolare la crisi dei consumi, come quella del vino, che mostra una contrazione di -8% rispetto alla media dei consumi dell’ultimo quinquennio. Cereali, carne e latticini tengono il passo, mentre la filiera dell’olio risente di una annata produttiva particolarmente scarsa, segnando un meno 15% sulla precedente stagione.

Scarica il report della Commissione Europea per saperne di più

short-term-outlook-spring-2020_en

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •